Ossino

Palazzo Litta 2017 | Bistrot Litta Ventiquattro – Litta Theatre – Design Schools

BISTROT LITTA VENTIQUATTRO

Elisa Ossino Studio firma il design degli interni del bar di Palazzo Litta: quello che oggi è il punto d”incontro di una residenza gentilizia carica di storia viene rivisitato in chiave contemporanea e informale, con pattern geometrici e una palette cromatica calda, che contrasteranno il carattere degli ambienti, all’interno di un dialogo vivace e serrato tra l’intervento temporaneo e l’architettura in stile barocchetto.
Il progetto fonde convivialità e atmosfere accoglienti: un grande tavolo centrale lungo cinque metri consentirà agli ospiti di accomodarsi e vivere lo spazio come un luogo di condivisione, mentre attorno a una statua imponente di Poseidone, posizionata in una nicchia, prenderà forma una lounge destrutturata e confortevole, con divani e poltroncine in cui rilassarsi durante la consumazione. Gli interni rileggono lo spazio con vibranti tensioni cromatiche e lo scandiscono con segni grafici che si sovrappongono sugli alti tendaggi, correndo dal bancone sulla quinta al paravento, rivestito con carta da parati.

loghi_ossino13

BISTROT LITTA VENTIQUATTRO FOOD AND WINE by Iper, La Grande i

Iper, La Grande i sponsorizza “A matter of perception: Linking Minds”, l’evento della Design Week 2017 organizzato da DAMN° e Mosca Partners. Dal 4 al 9 Aprile il Bistrot Litta Ventiquattro – Food and Wine by Iper, La Grande i sarà il luogo di alchimia dove arte, cibo e design, si incontrano per un’esperienza multisensoriale unica all’interno di uno dei tesori dell’architettura barocca milanese.

Litta24

A MATTER OF PERCEPTION: LINKING MINDS WILL EXPAND INTO A NEW EXTRAORDINARY SPACE: LITTA THEATRE

3M™ Fasara™ presents Glass Symphony

fasara

Il vetro è un elemento imprescindibile nella progettazione di nuovi edifici, siano essi uffici, showroom o centri commerciali. È sinonimo di trasparenza, luminosità, leggerezza ed eleganza. Le vetrate servono a far entrare la luce naturale, creano un collegamento visivo con l’ambiente esterno. Garantiscono quello che in design è chiamato “comfort visivo”, i cui effetti sul benessere e sulla produttività dei dipendenti sono un dato di fatto.

L’esposizione Glass Symphony, ospitata presso il Teatro Litta è stato curata dall’architetto Paola Silva Coronel. L’allestimento metterà in scena i 35 nuovi pattern delle finiture per vetri 3M Fasara™ ispirati agli ultimi trend di mercato e di stile con l’obiettivo di fornire le migliori soluzioni possibili per la decorazione delle partizioni interne ed esterne in vetro.
Una sinergia con il mondo dell’architettura e del design che proprio in questo progetto espositivo vede le finiture per vetri 3M Fasara™ dialogare con i modellini realizzati dagli studenti di Michele De Lucchi e Andrea Branzi, due dei più importanti rappresentanti del mondo dell’architettura e del design italiano.

DAMN° & MOSCA PARTNERS ARE PRESENTING WORKS BY YOUNG INTERNATIONAL TALENTS OF THE TOP DESIGN UNIVERSITIES

Politecnico di Milano – La Scuola di Piazza Bausan presents
The Aesthetics of Drama

In collaboration with 3M

00_Lab

La mostra presenta i risultati del Laboratorio di Design degli Interni, primo anno della Laurea Magistrale, Scuola del Design del Politecnico di Milano.
In un’epoca in cui si tende a rifiutare il contributo ideologico del progetto, i 13 modelli in scala 1:10 realizzati dagli studenti mettono in scena le contraddizioni profonde della nostra esistenza, sfidandoci alla comprensione, forse anche all’accettazione, del Dramma quotidiano, che è parte inscindibile della vita stessa.

Andrea Branzi, Michele De Lucchi e Francesca Balena Arista
con Marco De Santi, Paola Silva Coronel, Marta Elisa Cecchi e Giuseppe Arezzi

UNIRSM presents Linking Animals

gorilla_unirsm

I Corsi di laurea triennale e magistrale in Design di San Marino espongono dieci progetti sperimentali in una rappresentazione dioramica della scuola. Il design si traveste da animale, indossa maschere magiche e racconta la pluralità delle relazioni tra esseri viventi. In mostra: dispositivi per l’apprendimento prescolare del coding o per la lettura dei non vedenti; strumenti per il salvataggio in mare e data visualization dei flussi migratori; maschere teatrali, serigrafiche o di protezione; processi di recupero della lana e abitacoli d’interazione animale/uomo. Prototipi di progetti, tesi e ricerca.

A cura di
Alessandra Bosco, Davide Di Gennaro, Sergio Menichelli, Riccardo Varini and Michele Zannoni.

The Punkt. Urban Mobility Project

punkt_image

La società svizzera Punkt., specializzata in tecnologia di consumo, da tempo collabora con le principali scuole di design in Europa. Il progetto di quest’anno ha visto coinvolte tre delle principali scuole europee di design: RCA a Londra, ECAL a Losanna e Design Academy di Eindhoven. L’idea di partenza era quella di creare un prodotto di elettronica di consumo che migliorasse la mobilità dei singoli nell’ambiente urbano rendendo le biciclette elettriche più accessibili e facili da usare. Ai giovani designer era stato richiesto di creare dei prototipi che si adattassero all’ambiente specifico delle tre scuole. E Londra, Eindhoven e Losanna sono città molto diverse, sia dal punto di vista topografico che culturale.
I prototipi dei tre progetti saranno in mostra nello spazio Punkt. e i visitatori potranno votare il loro progetto preferito.

Studenti di ECAL
Sebastian Maluska, Kohei Kojima, Ji Hong Park, Jakob Reuter, Oscar Estrada Leon, Alexandre Picciotto

Studenti della Design Academy Eindhoven
Pauline Baikina, Aurélie Varga, Varvara Lazareva, Ken Tsunoda, Sonia Bemelmans, Carissa, Paulien Nabben, Luiza Guidi, Marwane Soumer

Studenti del Royal College of Art – RCA
Staci Tsai, Sylvain De Bellis, Martin Ding, Andrea Mestre

Punkt. torna nel portico del cortile di Palazzo Litta. La Design Terrace di Punkt. offrirà ai visitatori la possibilità di godere di un momento di relax approfittando dei punti di ricarica a disposizione di tutti (sia USB multiporta che cavi multipresa). La ricarica USB sarà possibile con gli UC 01 multi-porta USB create dall’industrial designer Jasper Morrison. Durante il salone, i visitatori potranno acquistare i prodotti Punkt. e per un’esperienza davvero analogica,
si potranno curiosare nella Biblioteca Punkt.