skip to Main Content

PAOLO GIORDANO (designer e fotografo)

Paolo Giordano – design

Tubes sono sculture luminose ricavati da tubi industriiali di alluminio e rame . Nei punti di contatto dove i due tubi si incontrano , la luce dirige un bagliore sulla rossa superficie del rame.

Hermes è una scultura in cemento. Fa parte di un ampio lavoro che è anche fotografico, ‘Digital Journey into the Classic’ dove l’originale classico viene provocatoriamente manipolato, ora tagliato, ora distorto. Sono composte da 3 pezzi che si possono sovrapporre od accostare.

Venus è una scultura in marmo. Fa parte di un ampio lavoro che è anche fotografico, ‘Digital Journey into the Classic’ dove l’originale classico viene provocatoriamente manipolato, ora tagliato, ora distorto. È composta da 3 pezzi che si possono sovrapporre od accostare.

Il progetto attinge ad un archivio della bellezza classica greca e romana. Un patrimonio ingombrante per chi, come me, non ricerca più equilibrio e perfezione di forme, ma guarda comunque al passato come una immensa fonte di ispirazione. In questa serie di oggetti ed immagini ho dato provocatoriamente vita a delle sculture virtuali, che mantengono una forte fisicità, alcune come Venus e Hermes diventano vere e proprie sculture fisiche. Le immagini invece svelano la tridimensionalità con sovrapposizioni di superfici deformate digitalmente con tonalità e colori differenti.

Paolo Giordano – fotografia

Ci sono degli alberi che ti parlano come si parla ad un amico, che scherzano e ballano per fare piacere a te che li osservi. Sono alberi un po’ pazzi quelli che girano allegri come trottole spinte dagli eterni bambini che abitano nei nostri cuori. Quando si fermano ti strappano un sorriso e sei contento così.

‘Testa fa parte di un progetto che si chiama ‘A Digital Journey into the Classic’: gli originali classici vengono provocatoriamente manipolati, ora tagliati, ora distorti. Il progetto attinge ad un archivio della bellezza classica greca e romana. Un patrimonio ingombrante per chi, come me, non ricerca più equilibrio e perfezione di forme, ma guarda comunque al passato come una immensa fonte di ispirazione. In questa serie di oggetti ed immagini ho dato provocatoriamente vita a delle sculture virtuali, che mantengono una forte fisicità, alcune come Venus e Hermes diventano vere e proprie sculture fisiche. Le immagini invece svelano la tridimensionalità con sovrapposizioni di superfici deformate digitalmente con tonalità e colori differenti.

Back To Top