PHYSIX

Alberto Meda

A Matter of Perception: Tradition&Technology – Palazzo Litta, Corso Magenta 24, Milano

Mostra realizzata con il supporto di: Vitra

Negli ultimi cento anni molti progettisti hanno esplorato la possibilità di aumentare il confort della seduta o con il movimento di qualche elemento della struttura (cantilever chairs) o mettendo in tensione un tessuto tra due profili in alluminio come elemento elastico e portante. Anche Physix si inserisce in questo filone di ricerca e attraverso l’uso di materiali e tecnologie contemporanee, realizza una struttura che combina elementi flessibili e elementi rigidi con il risultato di una seduta dinamica. La struttura del telaio, realizzato in polyamide, ha delle zone rigide ma si assottiglia per essere deformato come una cerniera flessibile in modo da seguire il movimento del corpo durante la sua inclinazione all’indietro. Un unico tessuto a maglia sagomato, teso tra le guide laterali, è elastico in modo da consentire una deformazione tridimensionale della scocca. Un meccanismo, in cui sedile e schienale si muovono in sincronia in un rapporto prefissato riporta l’utilizzatore nella sua posizione originale. In una zona della stanza sarà possibile sperimentare personalmente queste caratteristiche e fare una foto con Physix.