gino sarfatti
GINO SARFATTI

Nato a Venezia nel 1912, Gino Sarfatti stava studiando per laurearsi in Ingegneria Aereonavale, quando per circostanze familiari dovette trasferirsi a Milano dove ebbe il suo primo incontro con il mondo dell’illuminazione, trasformare un vaso in una lampada. Questo incontro cambierà la sua vita. Nel 1939 Sarfatti fonda l’azienda Arteluce che avrebbe portato nel Ventesimo Secolo un nuovo modo e una nuova sensibilità nell’interpretare gli apparecchi di illuminazione.
Arteluce vantò numerosi riconoscimenti e premi fra cui il Compasso d’Oro alla sua prima edizione nel 1954 e poi nel 1955, il Diploma d’Onore della Triennale di Milano e divenne punto di incontro e di scambio culturale per importanti architetti degli anni Cinquanta e Sessanta. Il primo negozio di Arteluce fu disegnato dall’Architetto Marco Zanuso nel 1951. Dieci anni dopo il nuovo negozio di Via della Spiga fu progettato insieme all’amico Architetto Vittoriano Viganò.
Nel suo lavoro, Gino Sarfatti ha esplorato, per esserne ispirato ed applicarli nei suoi progetti, nuovi materiali, nuove tipologie, le più recenti sorgenti luminose e tecniche artigianali o produttive di altri settori. Il suo talento ibrido e al di fuori delle regole gli ha consentito di creare prodotti estremamente innovativi che hanno resistito al tempo diventando oggi icone senza tempo. Gino Sarfatti è stata una figura di rilievo nel panorama del disegno industriale italiano sviluppando più di 700 apparecchi.
Gino Sarfatti è scomparso nel 1985.

Vedi anche

Astep

LE SFERE DI GINO SARFATTI

The Litta Variations / 4th movement – Palazzo Litta
Partner: FlosAstep