sff_logo

Palazzo Litta
Corso Magenta, 24 – Milano
6 – 8 ottobre 2016
Nell’ambito di LITTA LIVE

Una mostra molto piccola di Mario Trimarchi
in collaborazione con Francesco Binfarè, Michele De Lucchi, Francesco Faccin e Odoardo Fioravanti

Strawberry Fields Forever ripropone la memoria dei campi arati, con i loro alberi silenziosi,
i ruderi di mattoni, gli archi di ingresso ai singoli appezzamenti, gli asini che brucano pigri.
Nel loro insieme i vassoi e i disegni a mano libera costruiscono un paesaggio un po’ ingenuo
un po’ nostalgico un po’ ottimista.
(Mario Trimarchi)

Il paesaggio favorisce condizioni di progetto molto singolari. Flora, fauna, tradizioni, costruzioni di un luogo possono esprimere un fascino propulsore nel processo creativo di un progettista. Per un designer il paesaggio è un catalogo di forme al quale ispirarsi per l’evoluzione di uno stile, è un motore d’immaginario libero perché non ci troviamo di fronte a un distretto industriale col suo sistema di attori, relazioni e vincoli. Al massimo un paesaggio offre una rete di occasioni per la memoria di gesti e visioni che trattiene. L’affinità con un contesto offre tracce da trasformare per leggere fenomeni e comportamenti. La lezione che trae dal paesaggio agricolo Mario Trimarchi si esprime in disegni affascinanti spesso epifania di oggetti. La mostra testimonia questa attitudine e si apre a contributi di personalità che riflettono sul paesaggio e sul valore della terra nella loro pratica professionale. (Marco Sammicheli)